Ricette tipiche salentine: il Natale in tavola

Cesti regalo - Masseria Capasa - prodotti tipici del Salento

Feste natalizie, breve vademecum delle ricette tipiche salentine per portare in tavola tutta l’atmosfera di questi giorni così speciali.

Salento e tradizione

Il legame con la tradizione enogastronomica, nel Salento, è molto forte. La convivialità e la condivisione della buona tavola sono caratteristiche ancestrali di questo territorio. A Natale, ogni famiglia si dedica alla preparazione di ricette tradizionali. Ad esempio, regalare dolci fatti in casa a parenti ed amici è ancora oggi un’usanza molto diffusa e apprezzata, anche dai più giovani.
Abbiamo pensato di riportare qui quelle che riteniamo essere le ricette più rappresentative di questo speciale periodo dell’anno:

  • purceddhruzzi e carteddhrate
  • mustaccioli
  • pittule

Personalizzatele a vostro gusto, cucinatele in compagnia e sarà subito Natale!

I purceddhruzzi

Purceddhuzzi - Masseria Capasa - prodotti tipici del Salento

I purceddhruzzi sono piccole palline di impasto dolce, fritte, amalgamate nel miele e decorate con frutta secca, perline argentate e zuccherini colorati. Senza dubbio sono fra i dolci natalizi più diffusi in Salento, quasi tutte le famiglie si cimentano nella preparazione casalinga di questa leccornia.

Ingredienti:
1 kg di farina 00
100 ml di olio extravergine d’oliva
Scorza di agrumi grattugiata
Anice o Sambuca per aromatizzare q.b.
1 pizzico di sale
1 bustina di lievito per dolci
1 bustina di vanillina
2 cucchiai rasi di zucchero
1 kg di miele millefiori
Frutta secca tostata, zuccherini colorati e palline argentate per la decorazione q.b.

Aromatizzate l’olio assieme alle scorze e mischiatelo (dopo averlo fatto raffreddare un po’) con farina, anice, zucchero, lievito e vanillina. Lavorate l’impasto fino ad ottenere una consistenza omogenea e morbida. Preparate le palline e friggetele in olio ben caldo. Scaldate il miele in una pentola e versate qui i purceddhruzzi mescolando bene. Terminate la preparazione in un piatto, cospargendo i purceddhruzzi con le decorazioni.

Le carteddhrate

Le carteddhrate sono molto simili ai purceddhruzzi: procedura ed ingredienti sono gli stessi.
L’impasto, in questo caso, viene lavorato, steso e tagliato in strisce. Si procede poi componendo diverse forme intrecciate (la più diffusa assomiglia ad una rosa). Come per i purceddhruzzi, la preparazione si completa con il miele, decorando il tutto con frutta secca tostata e zuccherini.

I mustazzoli

I mustazzoli sono costituiti da un impasto di zucchero, farina, mandorle e miele ricoperto da glassa al cioccolato. Dolce di antichissima tradizione, è probabilmente fra quelli più reinterpretati: ogni famiglia ha la sua ricetta, tramandata di madre in figlia. Noi vi suggeriamo la nostra:

Ingredienti:
1 kg di farina bianca per dolci
400 gr di zucchero
500 gr di mandorle tostate
100 gr di olio
4 uova
4 cucchiai di cacao in polvere
Scorza di limone grattugiata
Succo di mandarino e limone
2 bustine di lievito per dolci
1 bicchierino di vino bianco o rhum
Latte
Ammoniaca per dolci
Chiodi di garofano, cannella q.b.

Aromatizzate l’olio assieme alle scorze. Preparate l’impasto unendo farina, succo di mandarino e limone, scorze grattugiate, chiodi di garofano, cannella, cacao, mandorle tritate, olio aromatizzato.
Aggiungete uova, latte tiepido, zucchero, vaniglia e ammoniaca. Amalgamate bene. Stendete l’impasto, tagliatelo nelle forme desiderate (quella più diffusa è romboidale) e infornate.
Nel frattempo, preparate la glassa mescolando a fuoco basso 200 grammi di cacao in polvere, 750 grammi di zucchero e 2 bicchieri d’acqua aggiunti lentamente.
Una volta cotti i mustazzoli, lasciateli raffreddare, passateli nella glassa più volte, fateli sgocciolare e poggiateli ad asciugare su un foglio di carta oleata.

Le pittule

Pittule - Masseria Capasa - prodotti tipici del Salento

Le pittule sono delle frittelle morbide di pasta lievitata. Usate principalmente come antipasto salato, vengono proposte anche nella versione dolce, accompagnate da miele, crema al cioccolato o vin cotto. La ricetta è molto semplice e può essere arricchita e personalizzata aggiungendo ingredienti a piacere nell’impasto di base.

Ingredienti:
500 grammi di farina
Lievito di birra
350 ml di acqua tiepida
Sale

Mescolate farina, sale, lievito e acqua, fino ad ottenere una pastella molto morbida. Lasciate lievitare per almeno due ore coprendo il contenitore con un panno. Aiutandovi con un cucchiaio per dosare l’impasto, friggete in abbondante olio bollente.
Provate a variare aggiungendo all’impasto olive, cavolfiore lessato, pomodori, capperi, alici… Se invece volete sperimentare la versione dolce, provate ad aggiungere Perle Noire Olivotto all’impasto, oppure accompagnate le pittule con Crema Dolce Olivotto, confettura di fichi o mele cotogne, miele, il gusto è assicurato!

Buon appetito e buone feste da Masseria Capasa!